Dolce e Gabbana

La notizia è giunta fin qui in Germania. Anche i partecipanti al mio corso di italiano avevano sentito le dichiarazioni fatta dalla casa di moda contro il matrimonio gay e soprattutto contro l e relative adozioni o i figli “sintetici” ottenuto in modo abominevole dalle coppie gay (miscugli di sperma, uteri in affitto, banche ovuli con cataloghi per scegliere la donna con le caratteristiche migliori). A tutti è nota, altresì, la reazione di Elton John e di altri famosi e miliardari gay e lesbiche di tutto il mondo. Reazione aggressiva e urlata che secondo anche alcuni dei miei corsisti, tutti solitamente moderati e cauti (direi diplomatici come spesso sono i tedeschi), è indice di qualcosa che non va. Chi urla troppo e minaccia spesso sa di essere nel torto. Ma finchè sono io a dirlo, cresciuta e plagiata da una famiglia tradizionale, con genitori normali e non separati e non divorziati, le mie parole suonano a vuoto.

Ora però sei persone cresciute in famiglie non tradizionali, da genitori omosessuali, hanno scritto una lettera ringraziando Dolce e Gabbana per il coraggio dimostrato e incoraggiandoli a non fare alcuna marcia indietro a fronte della violenza verbale e non solo delle lobby gay.

Allego qui di seguito il sito dove è possibile avere notizia della lettera che viene dagli Stati Uniti, che essendo più avanti di noi in questi nuovi diritti e libertà, già sperimentano le conseguenze degli stessi e i disastri sociali che esse portano.

http://www.tempi.it/lettera-a-dolce-e-gabbana-da-sei-figli-cresciuti-da-coppie-gay-grazie-per-il-vostro-coraggio#.VQxEOcsS37B

 

Non aggiungo niente, solo vorrei che ci si accorgesse che la tanto proclamata libertà (proclamata proprio dalle lobby gay che spesso non sono rappresentative neppure dei gay stessi) si sta limitando notevolmente.

le diverse forme di aggressività con cui si manifesta e prende piede il pensiero unico dominante sono indice di un totalitarismo, di cui spesso la gente non si accorge, perchè non trovail tempo per riflettere criticamente nè, a volte, ha  gli strumenti adeguati per capirlo. Il disegno d i legge Scalfarotto, che prevede il reato di omofobia, in pratica introduce un reato di opinione, come al tempo del Fascismo e del nazismo. Questa è la verità. Le contro manifestazioni organizzate dalle lobby gay contro le autorizzate e pacifiche manifestazioni delle sentinelle in piedi o dei movimenti per la vita sono indice dello stesso clima di intimidazione che si crea attorno a chi porta avanti valori tradizionali, o “peggio”, cristiani.

Forse il caso Dolce e Gabbana, dovrebbe essere l’ennesima opportunità per noi per riflettere su cosa capita sotto i nostri occhi sonnacchiosi e svegliarci dal torpore del “va bene tutto”, “è tutto lecito”, “è tutto opinabile”, in fondo rimango libero di fare e dire  quello che voglio”. Non è più così. Risvegliamo le coscienze e soprattutto vegliamo sull’educazione che ricevono i nostri figli anche a scuola dove ormai imperversa l’ideologia gender.

 

3 commenti

Archiviato in Uncategorized

3 risposte a “Dolce e Gabbana

  1. Le parole sono macigni e spesso possono far più male ed essere più pericolose di azioni.
    Sei persone sono statisticamente irrilevanti, non significano proprio nulla.
    Per quanto riguarda il resto, hai il diritto di dire le cazzate che vuoi, come io ho a quel punto il diritto che stai dicendo una cazzata; dopodiché, se la tua cazzata in qualche modo ha a che fare con la mia vita, be’ a quel punto da me non puoi che aspettarti la stessa moneta.
    Vi fate affascinare da dialettiche relativiste prive di sostanza…

    • Ciao, scusa il ritardo della risposta. Sono Michele, il marito di Sara, l’autrice dell’articolo. Sull’ argomento abbiamo di sicuro opinioni di parte, opinioni che partono dalla lettura del Vangelo dove San Paolo, fondatore della religione, attacca a testa bassa non le persone ma i loro comportamenti. San Paolo li mette anche a morte. A parte la digressione fai uno sbaglio nel tuo commento : le persone sono 8 (6 + Dolce e Gabbana). Forse sara’ statisticamente irrilevante ma in passato ci sono state tante ricerche sempre fatte negli USA a riguardo e sempre con risultati simili. Ti tocca dal vivo? E’la nostra opinione e quella di tante altre persone cattoliche, atee e gay…. non parliamo poi dei mussulmani. Se vuoi un po di sostanza ti consiglio un articolo sul fondatore di young Gay America (e qui siamo già a 9): https://lauracorsaro.wordpress.com/2013/07/31/usa-il-fondatore-di-young-gay-america-diventa-etero/

      Da cui poi abbiamo poi scritto anche questo : https://inviaggioversolaltro.wordpress.com/2013/11/26/vivi-e-lascia-morire/

      Cazzate? Si puo’darsi, e’nostra opinione e ci teniamo ad esprimerla, cosa che invece le varie lobby gay vogliono vietare. Cazzata anche questa? Gia’… raccontala a un predicatore messo in carcere a Londra perché leggeva le lettere di San Paolo.

      Se vuoi esprimere il tuo pensiero , la tua opinione va benissimo. A presto.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...