Archivi categoria: Libri

Questo combattimento non è il mio.

20130828-124751.jpg

Questo libro mi ha trovato. Stava lì su uno scaffale. Uno scaffale qualsiasi, uno di quelli dove si mettono i libri dimenticati, impolverati. Ho letto di cosa si trattava a grandi linee: alla protagonista muore il figlio, affronta la tragedia con il marito ma poi le loro strade si separano…. Lei capisce come far combattere a Dio una battaglia che non avrebbe mai potuto vincere. Con queste premesse mi sono messo alla lettura. Il libro appunto parla di un lungo cammino fatto dalla protagonista: donna ebrea che si converte al cristianesimo. È donna impegnata , in chiesa e in famiglia. Poi le capita la tragedia di perdere un figlio e passa sette anni allo sbando perdendo di fatto suo marito che la tradisce con una conoscente.

A parte la trama, non fondamentale in tutto questo, cosa ci ha colpito questo libro? Perché qualcuno dovrebbe comprare e leggerlo? La decisione di leggerlo è nata per noi dal fatto che anche la protagonista ha perso un figlio ed è sopravvissuta. Anche suo marito è sopravvissuto. Inizialmente lui si butta nel lavoro mentre è fantastico il percorso che compie lei. Lei era già credente , e molto, anche praticante. Ma si ferma e si chiede : sei io non fossi cristiana, come sarei? È questa semplice domanda le fa capire che deve cambiare strada, che non serve disperarsi, che non serve attaccare quotidianamente suo marito. Legge la Bibbia e in un passo trova che la donna deve essere umile al fianco dell’uomo per dargli l’esempio e far in mondo che con la sua santità lo contagi. Portato al giorno d’oggi è un concetto arcaico che nessuno seguirebbe più in nome sempre di quella libertà che tutti vogliamo. Ma la protagonista in questo modo, giorno dopo giorno si avvicina sempre di più a nostro Padre fino ad arrivare a ringraziarLo per la perdita del figlio e a convertire completamente anche il marito.

Un libro quindi sul sacrificio, sulla preghiera e su come avvicinarsi a Dio.Un libro che insegna che c’è una differenza enorme fra il dichiararsi credenti e praticanti e sentire vweramente Dio nella nostra vita e viverLo quotidianamente nelle nostre scelte e in ogni piccolo gesto. Quando la protagonista accoglie veramente nella sua vita Dio, inizia una nuova vita per lei ricca di una gioia che non aveva mai provato neppure prima della morte del figlio. Questo è credere: essere persone che portano dentro di sè e agli altri la vera Gioia.

Lascia un commento

Archiviato in Libri