il segreto della felicita´- autore Sara

E´ da tanto che non scrivo, ma non ho smesso di leggere e osservare e ascoltare. Non ho piu´´ scritto perche´ mi sembrava di non averne il tempo. Poi oggi la notizia di quela povera mamma che ha dimenticato in Auto sotto il sole la sua piccola di sedici mesi , che dopo 5 ore , e´´ morta. E ho realizzato che il tempo e´´ mio e lo devo usare per cio´ che mi rende felice. Anche scrivere e condividere le mie Idee,

Virginia aveva la stessa eta´della bambina morta.  Il mio primo pensiero. Virginia che se ne andava fra le mie braccia e poi la mia agonia. E il mio pensiero e´´ volato direttamente a quella povera mamma. Perche´´ da cattolica cerco di afforntare la morte altrui con la fede della risurrezione, di unDio che ci aspetta a braccia aperte. Soprattutto quando ad arrivare e´´ un Bambino, piccolo e innocente. Il mio pensiero e´ per la mamma

Chi rimane deve continuare la propria battaglia e per quella mamma sara´´ una battaglia durissima. Vorrei andare da lei , ci andrei in ginocchio, perche´´ ho solo una vaga idea di quello che quella povera Donna stia soffrendo. Ho indagato per notti e notti l´´esistenza di una mia possibile colpevolezza nella malattia che si e´´ portata via mia figlia. Un Tumore al cervello potrebbe venire causato anche da un viaggio in aereo mentre la mamma e´´ incinta… e io lo avevo fatto quel viaggio…proprio per venire qui in Germania a perlustrare la terra dove saremo venuti a vivere. Ci ho passato un po´´ di tempo a chiedermi se io potessi avere altre colpe. Se avendo portato Virginia in ospedale prima, magari l´´avrebbero curata per tempo… ma no, ho finito per assolvermi. Mi e´´ stato detto e ridetto che non siamo stati noi la causa di un Tumore rarissimo. E´ la vita, che per alcuni e´ piu lunga, per altri piu breve. Ma oggi non voglio parlare di me e di Virgi.

il mio pensiero continua a tornare a quella mamma. A questa mattina, che doveva essere una come tutte le altre. pura Routine. Non conosco nulla nello specifico. Non conosco i retroscena e i dettagli. Ma conosco la vita che faccio io. La “Routine”, le corse , gli automatismi giornalieri. Gli incastri per far combaciare tutto, in un gioco di intarsi che farebbe invidia al miglior falegname.

Potrebbe succedere a molti genitori. un errore, una svista, un attimo di rilassamento o di stanchezza…e tutto in un attimo puo´ andare a rotoli. La Nostra vita pianificata al secondo si ferma  all´´improvviso.

Siamo pieni di impegni al punto tale che anche i figli vengono gestiti come qualsiasi altro fatto quotidiano. Io stessa li distribuisco, i miei 5 figli, come pacchetti di qua e di la´ per la citta´´ e poi mi ricordo di andarli a recuperare (finora e´´ sempre successo) . E spesso sfugge, nelal frenesia quotidiana, l´essenza, la fragilitä e la meraviglia di quello che ci e´´ stato donato: uan vita, un figlio. E spesso realizziamo questo solo quando un figlio ci viene tolto. Scopriamo la genitorialita´ soprattutto nei momenti difficili o piu delicati per un figlio. Quando la Salute del suo corpo o della sua anima e´ in crisi.

Siamo cosi incasinati, in questo nostro mondo occidentale, che non vogliamo figli, perche´´ non avremo il tempo per occuparcene. Se poi li facciamo, non sappiamo bene come gestirli, come seguirli e come amarli. Non riusciamo neppure a conoscerli veramente ed ad interessarci di loro. e il problema principale diventa : dove parcheggiarli. E qui divneta buono tutto: uno Sport, i nonni, gli amici, il vicino di casa, il Computer e il telefonino… il problema principale e´ “arrivare a sera” sopravvivendo a tutti i mille appuntamenti e impegni quotidiani, Io stessa ricorro alla TV, come Babysitter, nei momenti peggiori.

e la Cosa piu´´ incredibile e´´ che ci pensiamo cosi superiori rispetto a “quei poveracci” che vivono in Africa o in altri paesi “del terzo mondo” che pretendiamo di esportare il nostro modello occidentale la´. Siamo cosi´´ ciechi, cosi´´ boriosi che ci sentiamo piu fortunati di loro…. noi, i veri miserabili, che guardiamo, scuotendo il capo, una Donna che rinuncia a l proprio lavoro o alla carriera per seguire i figli. e la gente si divide Fra chi la giudica una pazza e chi la giudica una povera martire… e non capisce che il segreto della felicita´´, e´´ lo stesso che e´´ racchiuso nella maternita´´, e ce lo ha insegnato Gesü: morire a se stessi per far posto agli altri nel nostro cuore….

 

 

Annunci

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

Una risposta a “il segreto della felicita´- autore Sara

  1. “morire a se stessi per far posto agli altri nel nostro cuore….”
    Hai ragione, ma ci vuole un percorso, un cammino che spesso è lungo. A volte ci vuole la vita intera e non basta . Auguri a te Sara, mamma speciale, Dio ti benedica.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...