Presa diretta su rai tre di ieri sera e le balle sul gender – autore Sara

Ieri sera e´ stato affrontato l´argomento tanto spinoso dei tabu´ del sesso.

Il tema e´ stato trattato nel modo piu´ disarmonico, confusionale e fazioso che io abbia mai visto. Forse perche´ conosco bene l´argomento “gender”, ma ho assistito al tentativo di confondere il tema dell´educazione sessuale nella scuola con quello dell´insegnamento (o meglio indottrinamento) della teoria del gender a cui molti genitori si sono opposti. Ho assistito alla giornalista scandalizzata perche´ un genitore si arrogava il diritto di educare il proprio figlio senza voler delegare alla scuola tutto l´argomento. Perche´ la sinistra da sempre vuole che la famiglia sia totalmente esautorata dall´educazione dei figli, e questo e´ cosa nota a tutti. Ho assistito ad una giornalista che rimaneva allibita di fronte alla risposta cristallina data dal papa´ che aveva risposto al figlio di circa quattro anni su come nascono i bambini, dicendo che vengono quando papa´ e la mamma si amano. Forse la laureata di turno, che non conosco, ma da come si comportava , credo non abbia figli e neppure immaginazione, pensava che ad un bambino di quattro anni, il padre si metta a spiegare tutto , camasutra compreso?

Ho assistito al tentativo diabolico di far passare il messaggio che la teoria del gender punta alla parita´ dei sessi nel mondo del lavoro e delle opportunita´. Cosa che ovviamente riguarda in prima persona il mondo degli asili e dei bambini di tre anni….. , per questo i vari governi pervertiti lottano tanto per introdurla nelle scuole dell´infanzia!!

Se fossero stati onesti avrebbero dovuto dirvi che la teoria del gender prende le mosse da molto lontano, dallo schifoso sessantotto, che cerca di instillare dubbi fin da bambini sulla propria identita´ sessuale fino a dirci che possiamo scegliere ogni giorno i nostri gusti sessuali. Ci dovevano dire che i programmi ministeriali, europei e italiani la prevedono come programma all´interno dell´educazione sessuale per corrompere ogni ingenuita´, ogni innocenza, per stimolare la sessualita´ fin dall´asilo. Perche´ chi la ha inventata e´ sicuramente un malato sessuale e pervertito.

La nostra bella e illuminante trasmissione, che paghiamo con i nostri soldi, ci ha infinocchiato e riempito di balle.

Ci ha fatto vedere poi l´esempio della Germania titolando “educazione alla affettivita´ e alla sessualita´. Io abito in Germania, e vi posso dire che di affettivita´ non si parla, che si inizia con l´educazione sessuale in quarta elementare dove a volte e´ capitato che vengano distribuiti preservativi (come al figlio di una mia amica) che il bambino si porta a casa e mostra ai genitori. Lo lascia sul tavolo e poi se ne va a giocare a pallone… Non si parla di affettivita´, si parla solo e unicamente di sesso dal punto di vista prettamente medico. Negli anni successivi si parla poi solo di contraccezione. Lo avete visto nell´intervista dove il responsabile del consultorio vi e´ venuto a raccontare che insegna tutto, sul piano tecnico, e che poi viene contattato anche per l´uso della pillola del giorno dopo. Gia´, lo ha detto come se avesse parlato del paracetamolo o dell´aspirina. Poi si ostinano a non capire perche´ i genitori possano essere preoccupati per quello che viene insegnato e detto a scuola. Anche perche´ io sono stata alunna e mi ricordo che quello che dicevano a scuola era vangelo, quello che dicevano i genitori sullo stesso argomento era ampiamente discutibile. Anche i miei figli mi dicono: “lo ha detto la maestra”. Se i mie figli venissero a scuola dicendo che la maestra ha detto loro che e´ normale innamorarsi di una persona dello stesso sesso, non avrei dubbi e ritirerei i miei figli il giorno stesso da quella scuola. Cosi´ come se venisse loro insegnato che non ci sono differenze fra uomini e donne, come quella meravigliosa filosofa, intervistata nella trasmissione ha provato a sostenere. Quella deve avere tanti problemi personali se sostiene che con il gender le ragazze impareranno che possono essere quello che vogliono e arrivare dove vogliono. Io conosco solo donne di quel tipo, libere e intraprendenti. Le donne hanno gia´ vinto tante battaglie ma spesso a discapito della loro femminilita´. Questo sostiene Costanza Miriano nel suo bellissimo libro “Sposati e sii sottomessa” che la giornalista della trasmissione ha cercato di svilire e distorcere in ogni modo.

Che schifo! che grosso schifo! Scusate lo sfogo ma di fronte a quella trasmissione non si puo´ rimanere in silenzio. Come ho sentito su  Radio Maria oggi: il 30 gennaio , con il Family day ,  e´ nato un popolo che si vuol far sentire, che non vuole piu´ restare in silenzio e continuare a tapparsi le orecchie per non sentire lo schifo che propagandano e cosi´ io parlo e voglio urlare che e´ tutto sbagliato e che fingere che sia tutto normale perche´ e´ politicamente corretto e´ solo ipocrisia. Pensate che Renzi dieci anni fa era in Piazza con il Family Day contro i  DICO e oggi propone e spinge una legge sul matrimonio delle coppie omosessuali. E` proprio vero che la politica corrompe tutti, anche i cattolici

Annunci

5 commenti

Archiviato in Uncategorized

5 risposte a “Presa diretta su rai tre di ieri sera e le balle sul gender – autore Sara

  1. Pienamente concorde con quanto hai scritto.
    Marirò
    (maestra elementare)

  2. Francesca

    Pienamente d’accordo con te, Sara.E` stato uno schifo!Mi domando fino a quando dovremo sopportare questo Iacona…ogni domenica ne tira fuori una..

  3. Purtroppo non ho visto la trasmissione su Rai tre. Come te sono molto preoccupata per i bambini, la famiglia, la scuola, il Paese….le semplici leggi naturali della vita, che sono in pericolo a causa dell’insensato egoismo e relativismo giunto al potere!
    Ti ringrazio per “lo sfogo” che….vorrei tanto si alzasse forte…ovunque!
    Tu saresti il Politico/a che voterei!
    Cari Sara e Michele, vi ho menzionati nel mio Blog, per il Vostro grande Amore alla Vita e alla Famiglia.
    Grazie per la Vostra Testimonianza,buona domenica!
    Nives

    https://civuoleunfiore.wordpress.com/2016/02/07/condividere-lamore-2/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...