Primo Novembre, per sempre.

Guardo dalla finestra e vedo uno splendido cielo azzurro che si posa su tante fitte chiome di alberi. I colori sono dal giallo al rosso. È il primo novembre. La finestra di casa incornicia l’autunno di fronte a casa nostra. Un primo Novembre stupendo. Un primo Novembre pieno di vita. Come si fa a parlare di vita? Di fronte a casa nostra si stende quello che è un campo della pace un campo santo, un cimitero. Il cimitero in realtà ha preso in prestito un po’ di terra di quello che era un parco gigantesco abbarbicato su una collina. La gente affolla il parcheggi, c’e chi porta fiori, chi ha una zappa, chi compra qualche pianta alla bancarella apparsa da qualche giorno. La maggior parte ha una faccia tra l’annoiato e il triste. Noi viviamo li ormai da due anni e più il tempo passa, più vivo e più mi sembra di essere qui per un motivo o forse rigirando la frase, mi sembra di essere qui non per caso. Alzo gli occhi ancora attraverso la finestra e guardo un paio di alberi. Dietro a quelle chiome, li sotto , sta Virginia, la nostra quarta figlia. Mi sembra fosse ieri quando entravamo alla 10 di sera per andare a vedere il suo corpo , nella sala mortuaria. Mi sembra passata qualche ora da quando, in quel maggio pieno di sole, l’accompagnammo dove ora sta, portandola sopra a quel sentiero di ghiaia. Sono già passati più di tre anni e tutto. I sembra come ieri. E allora mi si stringe il cuore, mi scappa una lacrima di felicita’. Pazzia? Mi rendo conto come qualcosa ci stia accompagnando, qualcuno stia disegnando la strada che abbiamo davanti. Come è possibile che dopo 1 anno che Virginia è abbiamo comprato casa proprio qui davanti? In questo modo il ricordo di lei si porta avanti nelle giornate, l’amore che ci ha dato si rinnova giorno per giorno , ci accompagna , ci accudisce, ci fa crescere. Il campo santo di fronte casa non è quindi la fine , come tanti possano pensare, ma diventa il fine, diventa lo scopo. Mi chiarisce perché siamo al mondo: Dio ci ha dato un tempo su questo mondo per potergli dimostrare che siamo capace di amare, che nella vita che ci ha messo davanti possiamo capire tutto l’amore che Lui ci ha messo dentro e che questo amore riempi tutto. Riempie l’aria, il cielo e l’acqua. Riempie gli alberi che si colorano di giallo e di rosso. Riempie i boschi di vita, riempie i fiumi di pesci , riempie le nostre vite. Vite lunghe e complicate piene di impegni e altre corte , semplici ma piene di amore come quella della nostra bimba. Cosi corta ma cosi piena d’amore che co ha cambiati tutti. Per sempre.
  E questo primo Novembre, che sembra una festa, una fiera davanti al campo santo, spero che duri per sempre, che sia per sempre ogni giorno ma non sará così e allora mi prenderò i suoi colori, i colori di questo primo Novembre, e me li porterò con me per tutto l’inverno.

1 Commento

Archiviato in Uncategorized

Una risposta a “Primo Novembre, per sempre.

  1. “…..Dio ci ha dato un tempo su questo mondo per dimostrarci che siamo capaci di amare…”
    Grazie cari Sara e Michele, per l’amore e la speranza che vivete e testimoniate. Spesso vi cito come esempio, sopratutto con i famigliari e gli amici!
    Un tenero abbraccio a Voi tutti!
    Nives

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...