Il rito.

IMG_1435.JPG

Ho cominciato un mesetto fa e ora lo faccio tutte le mattine. Tutte le mattine, prima di andare a lavorare. Per fortuna è cambiato l’orario e alle 7:30 ora c’è luce. Esco , attraverso la strada è imbocco il portone del cimitero. A quell’ora non trovo mai nessuno, solo un paio di volte ho incrociato una signora. Ci siamo salutati, quasi con orgoglio, un orgoglio per dire che anche l’ora era strana eravamo lì per i nostri cari. Attraverso quindi un prato costeggiato da alberi altissimi. Alberi che sono lì da sempre. Poi imbocco un vialetto tra varie tombe, tutte per terra, come va qui. In lontananza si vedono le luci fievoli della città , poco più sotto , che si sveglia. Infine entro tra un rettangolo fatto di alberi. Un rettangolo che delimita quello che è un cimitero seperato dal resto. Un parco dentro al parco per delimitare, per sottolineare, per innalzare. Si , in quel recinto naturale fatto di alberi e cespugli ci sono solo bambini. Bambini che sono andati in cielo. Alcuni sarebbero più vecchi di me, altri avrebbero qualche anno. Arrivo di fronte a Virginia, la mia bimba, la Sua bimba, il nostro angelo in cielo. Leggo il suo nome sulla croce. Una croce di legno, piccola e semplice che già dopo qualche anno denota il passare del tempo. Questo rito a che serve? Lei è là felice, che ammira la luce di Dio , che serve venire qui, rileggere le date in cui è nata e in cui ha raggiunto il Padre? Essere lì mi fa guardare dentro, mi obbliga a fermarmi a pensare alla mia vita. A chiedermi perché sono li. Andare al cimitero non serve per chi c’era. Loro sono nella vita eterna, per loro non è più un problema se Renzi c’è la farà a riparare l’Italia o se domani piove. Loro sono a posto, hanno passato l’esame. Andare li serve a me al mio egoismo, a curare il mio egoismo e farmi sentire umile, a farmi sentire uno qualsiasi e un passo dietro l’altro migliorare il mio cammino nel mondo.

3 commenti

Archiviato in Pensieri

3 risposte a “Il rito.

  1. Se questa visita mattutina a Virginia ti serve per curare il tuo ego e farti acquistare la virtù dell’umiltà è un grande aiuto che il tuo angioletto ti dona.🙂

  2. Camminare all’interno del cimitero qui, per me è un ritrovare amici, qualche parente, è un passeggiare con calma, senza fretta salutando tutti, mettendo un fiore a ciascuno e pensare che tutti prima o poi saremo di nuovo insieme. Un abbraccio.Isabella

  3. Ciao, grazie della visita. Le mi sensazioni e sentimenti nei confronti dei cimiteri sono totalmente cambiati , piano piano , da quando Virginia e´ salita in cielo…. sara´che lei dal cielo mi chiama.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...