Faccio parte di una comunità?

scout_14
 
Nei pochi giorni di ferie che per ora che ho trascorso in Italia ho avuto la grande fortuna di visitare una biblioteca. È una piccolissima biblioteca di un paese di montagna ma abbastanza all’avanguardia con accesso wifi e pc vari. Girellando qui e là ho sfogliato un libro che parlava del mondo dei blog. Nella prefazione la scrittrice che ha assiepato questo libro diceva che lo stesso conteneva vari brani presi da blog vari ma che lei non era una scrittrice di blog, solo una lettrice. Affermava poi che chi scrive blog fa parte di una comunità e in questa scrive opinioni , si aggrega, scambia idee. E’ una specie di realtà parallela dove attingere informazioni e opinioni. Caspita! Ho iniziato questo blog principalmente per utilizzarlo come diario di bordo su quello che ci sta capitando e immortalare i miei pensieri. Poi la cosa si è fatta seria e ha iniziato a scrivere anche Sara. Adesso abbiamo effettivamente amici nuovi con cui intraprendere questo viaggio ma cosa vuol dire comunità? Penso che internet sia un riflesso della vita reale e quindi l’aggregazione che avviene in queste comunità sia quello che nella realtà potrebbe accadere se si vivesse tutti insieme, senza essere separati da distanze temporali o di spazio, senza essere incanalati dal lavoro o dalla famiglia. Come nella realtà anche qui le amicizie funzionano allo stesso modo : sono un po’ come delle piantine da annaffiare tutti i giorni, da coccolare e metterci un po di terriccio buono ogni tanto.   
 
Annunci

7 commenti

Archiviato in Pensieri

7 risposte a “Faccio parte di una comunità?

  1. Io credo che i blogger siano una comunità speciale al cui interno ci sono tante micro comunità che vivono qualcosa che non può esistere nella dimensione non-digitale.
    Tu sei in Germania, io ora nel Cilento. Io ho piacere a leggere i tuoi pensieri e lo faccio pochi secondi dopo che tu li hai pubblicati. Questa nuova dimensione spaziale, che io ho definito con il neologismo “digireale” è qualcosa che tutti coloro che non sanno accendere un pc od usare un tablet od uno smartphone perdono. Il mio cruccio è che non sanno quanto grande sia questa perdita in termini culturali.
    Se ti fa piacere vieni a visitare la mia pagina facebook http://fb.com/nontuttilosanno dove pubblico cose che sicuramente non vengono raccontate sui media tradizionali e che cambierebbero il destino delle nazioni se queste informazioni circolassero maggiormente.
    Ogni blogger scrive il suo diario di bordo e così facendo aiuta anche gli altri nella loro navigazione quotidiana.
    Buona serata e buona vita.
    Marco

  2. NO. Il reale è reale e le relazioni risiedono lì.

    Io adoro i blog, ne ho avuti diversi, e ho avuto scambi interessanti per loro tramite… ma… l’unico di questi scambi che si è spostato nella realtà è divenuto una relazione (per breve tempo). gli altri sono rimasti quello che erano: proiezioni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...