Grazie Italia.

Vacanze finite. Siamo già tornati da una settimana in Germania. Ho passato davvero un bel periodo in Italia e mi porto dietro nei ricordi una Fede rinvigorita. Rinforzata al ricordare le persone del Sud di come cantano e pregano in chiesa. Rinforzata per sentire il calore composto ma presente della gente del trentino. Abbiamo mangiato in questo periodo decisamente bene! Sara cucina sempre che è una favola ma in Germania sono alcune materie prime che non sono all’altezza: verdura e frutta non sono paragonabili. Si vengono dalla Spagna o dalla stessa Italia ma non sono paragonabili a quelle che si trovano nel bel paese nei mercatini locali. Un ricordo del bel paese che mi porto in crucconia è anche il caldo , il caldo stupendo secco di Ischia, quello più appiccicoso di Pompei e quello con aromi di pino e funghi del trentino. Già…. In Germania posso ritrovare quasi l’aroma trentino, ma per il caldo….. È un’altra storia.

L’ultima sera in montagna avevo però un po’ di malinconia. Da dove viene? Amo il mio lavoro ma questa volta sentivo che sarebbe stato difficile ributtarsi dentro al solito calderone. Cos’è cambiato? Sara ha messo a letto la nostra ultima nata ed è scesa a salutare. Prima di andare a nanna anche lei , l’ho vista strana. In casa alcuni nostri parenti vedevano un film, le ho chiesto di unirsi a noi ma mi ha detto che non ce la fa più a seguire un film. Non ne sente più il motivo, non si sente più come gli altri. Già anche io da un po’ ho la stessa sensazione ma riesco a volte a mascherare meglio la cosa. A volte. Infatti alcuni parenti mi riferiscono di altri parenti ( che catena!) che sono diventato tanto serio, che a volte mi estraneo. Si ebbene si. Mi son messo a pensare per i fatti miei a volte. E mi sento come in attesa. In attesa che Lui mi dica cosa vuole da noi. Le cose terrene hanno perso valore. Sento calore in chiesa e quando sono in famiglia, quando scherzo con i miei bimbi. Perché poi perdere tempo per un film già visto? Tutto diventa relativo e si pesano le cose in modo diverso. Mi viene in mente la parola “grazie”. Da dire in eterno al Padre che mi ha aperto gli occhi.
Sono diventato grande? Come quando Gesù a dodici anni è stato perso nel tempio, perché doveva occuparsi delle cose del Padre? Già ma quando? Quando è successo? Come dicono in tanti, sembrava ieri che finivo l’università e invece sono già 13 anni. 13 anni e 5 figli! Bello guardare indietro per capire quanto si è camminato.
Ci si asciuga un po’ il sudore e si continua a salire, che la luce è ancora lontana!

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Italia, Pensieri, Vacanze

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...