Sodoma e Gomorra

Una vicina di casa, un’anziana piacevolissima signora, è venuta ieri a trovarmi. Sperava di vedere un po’ i miei figli ma erano tutti “impegnatissimi”, come solo i bambini così piccoli lo possono essere. Allora ci siamo messe a parlare e così partendo dal tempo che è impazzito siamo finite a commentare che non solo il clima è impazzito ma anche la gente. Io con un ambiguo e stentato giro di parole commentavo che non ci si capisce più nulla al giorno d’oggi. Dicevo che le coppie eterosessuali non si vogliono più sposare nè avere figli mentre quelle omosessuali sembrano lottare per avere quello che a noi non interessa più. Commentavamo poi l’ultima idea di cui tanto si parla: la teoria di genere. Secondo la quale uno può scegliere se essere uomo o donna e cambiare idea più volte nel corso della propria vita. Proprio oggi sul quotidiano online “La nuova bussola quotididiana”, che invito tutti a leggere, viene commentata la notizia di una persona che dopo aver cambiato sesso ha cambiato idea nuovamente ed ha ottenuto dalla magistratura di essere qualificato Neutro….

La mia interlocutrice mi ha fermato e candidamente mi ha detto: “Sodoma e Gomorra, nella Bibbia è già tutto descritto”. Con la differenza aggiungo io che allora forse si avevano le idee chiare e si distingueva ciò che normale da ciò che è disordine sessuale e mentale. Oggi invece parifichiamo tutto, ammettiamo tutto in un mal inteso senso democratico di rispetto e ammissione di ogni cosa. C’è addirittura chi inizia a sostenere che anche la pedofilia sia un’inclinazione sessuale su cui si può discutere. discutere? ma stiamo impazzendo?la pedofilia è un reato, un atto abominevole e basta. Forse le mie parole suonano dure ma mi sono resa conto che noi cattolici, io per prima, siamo confusi e annebbiati. Forse in passato si avevano meno idee ma erano sicuramente più chiare. Ora i cattolici votano partiti che accettano e anzi sostengono l’aborto, i matrimoni gay e l’eutanasia. Tanti si giustificano dicendo che sono questioni private, che personalmente non condividono ma che bisogna rispettare tutti e tutto…. Ho parlato con una signora che si dichiara cattolica che mi ha detto che dopo tutto anche fra gli animali esistono i rapporti omosessuali…. L’uomo è una creatura meravigliosa, cita la natura quando gli conviene. In natura avviene anche che il padre mangi i cuccioli appena nati, tanto è vero che la madre cerca di partorirli in un posto protetto, perchè non iniziamo anche noi a uccidere i nostri bimbi prendendoli a morsi? In natura succede ,ad esempio,che i delfini pratichino uno stupro di gruppo a una delfina. Dovremmo permettere anche questo? In un mondo dove tutto è alla rovescia e il buon senso è letteralmente finito nel cesso, sembra che l’uomo si voglia portare a livello animale, facendo dell’istinto animale la propria linea direttrice….. Padre Livio ha giustamente detto che progresso non deve fare rima con cesso. Comunque in effetti al mondo animale possiamo a questo punto per coerenza ispirarci, lì le coppie gay non generano figli, si accontentano del loro rapporto sessuale senza ulteriori pretese, nè di riconoscimenti matrimoniali nè di presunti diritti di adottare figli.

penso che noi cattolici dobbiamo smettere di aver paura di dire come stanno le cose, smettere di annegare nel relativismo dei nostri giorni perchè il rischio è di rimanere impantanati nel fango e non riuscere più a distinguere le cose. Dobbiamo smettere di scendere a compromessi, smettere di pensare che questi problemi siano questioni solo personali. L’istituto della famiglia non è affatto una questione personale e privata. La famiglia è il fondamento della società. Nella famiglia vengono allevati i figli che saranno gli uomini del domani. Pochi media, come il quotidiano cattolico che ho citato, hanno il coraggio di denunciare il disagio e i danni provocati ai bambini allevati in famiglie omosessuali. Eppure sono moltissimi gli studi scientifici a livello mondiale che da anni studiano queste nuove “famiglie” che descrivono i numerosi problemi, non ultimo la percentuale in aumento di casi di suicidi tra i giovani allevati da genitori dello stesso sesso. Insomma, visto che ci piace guardare al mondo degli animali, perchè non ci accorgiamo che anche lì i cuccioli hanno bisogno di un padre e di una madre? Sul punto vi rimando ancora al quotidiano già citato.

Dobbiamo tornare indietro, fermarci, chiederci perchè ora solo i gay fanno notizia. Chi vuole questo? a che pro? perchè sulle Rai mandano in onda servizi sulla famiglia modello e ci presentano lesbiche o gay con tanto di figli al seguito? perchè una normale famiglia composta di un uomo e una donna non fa più scalpore? Eppure la vera trasgressione, che tanto ci piace al giorno d’oggi, è proprio questa. Un uomo e una donna, insieme, per la vita, sposati in chiesa, davanti a Dio e che poi generano figli…. Perchè dall’alto i governi legiferano in un senso che va contro il comune sentire? Perchè i governi sono tanto occupati a riformare l’educazione sessuale nelle scuole aprendo a queste nuove teorie che sono contro il buon senso e anche il buon gusto ( e da mamma posso dire che mi fanno rabbrividire) e poi a livello sociale si raccolgono firme, come è avvenuto in Croazia, per introdurre nella costituzione il principio che la famiglia naturale è l’unione di un uomo con una donna? Perchè ciò che è chiaro alla gente normale non lo è per le persone che ci governano? Da anni è in atto un tentativo di anestetizzarci, di confonderci, nulla più ci scandalizza, e allora io dico: “svegliamoci, tutti, in fretta!”, smettiamola di non vedere, di non sentire, e iniziamo a chiamare le cose con il loro nome. Viviamo tempi in cui non possiamo rimandare ulteriormente. Il catechismo della dottrina cattolica qualifica come comportamenti disordinati quelli omosessuali, la Bibbia descrive ampiamenti tutto questo. Ci sia pure la libertà, ognuno risponderà davanti al Signore ma non parifichiamo con leggi ciò che uguale non è. non chiamiamo matrimonio quella che al più può essere tutelata come una convivenza con un contratto civile. Torniano a guardare con gli occhi innocenti dei nostri figli le intramontamoli favole della Walt Disney che ci raccontano le storie d’amore fra un affascinante e virile principe e una dolcissima principessa!

Con questo non voglio trattare da emarginati gli omosessuali, anzi vanno rispettati e aiutati a trovare la loro dimensione. Invece dando la possibilità di istituire anche solo giuridicamente una famiglia omosessuale e avere bambini siamo noi tutti che diciamo: essere omosessuali e’ una cosa giusta e normale, mentre Dio ci ha dato la possibilità di discernere e scegliere.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Pensieri

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...