Ateismo, ovunque..siamo circondati.

Da quasi 3 anni viviamo in Germania, in una zona che in teoria dovrebbe essere cattolica. In realtà i cattolici non sono cosi tanti e le chiese la domenica non sono molto piene. Durante la settimana poi…. La domenica la differenza piu’ grande con l’Italia è l’età media: in Italia c’è qualche bambino, qui in Germania i nostri sono quasi sempre gli unici quindi l’età media dell’assemblea e’ vicina ai 70.

Un giorno io e altri colleghi siamo andati a casa di una collega perche’ a breve si sarebbe sposata. 28 anni, casa pronta per il dopo le nozze. Raccogliamo in ufficio qualche euro per un regalo ma la sera prima di andare a questo ritrovo durante il Rosario mi balena un’idea : se le regalo una Bibbia? Magari ce l’ha già …. Ma serve sempre in casa. Quindi il giorno stesso di questo festeggiamento mi barcameno per andare in libreria a Koblenz dove vivo per cercare una Bibbia….. Ce ne sono tre ma non capisco se sono cattoliche. Una e’ bella con disegni, mi piace. Chiedo conferma che sia effettivamente cattolica e la faccio impacchettare. Vado quindi alla festa dove trovo qualche altro invitato e un sacco di parenti. La festa si tiene metà in giardino e metà nel garage riordinato per l occasione. Arrivo con il mio pacchetto , lei mi riceve e mi presenta il futuro marito. Io volevo presentarsi a tutti, nulla di plateale, magari una stretta di mano ma non sembra sia l usanza. Il pacchetto viene messo da parte e lo aprirà dopo…. Io aggiungo che è per entrambi e un collega piazza la battuta che appunto e’ meglio aprirlo quando sono soli. La festa non è gran che per me, i punti di colloquio con i colleghi non sono molti, essendo molto più giovani di me e non avendo famiglia o altro su cui magari basare un discorso. L indomani vado al lavoro e al primo caffè la collega a cui ho regalato la Bibbia mi chiede se è una usanza italiana quella di regalare la Bibbia. Io spiego bene che purtroppo in Italia non si legge molto la Bibbia , come ho visto fare ad esempio da cattolici evangelici in Germania, ma che siamo molto più concentrati sul Vangelo. Quindi è’ stata un’idea mia…. Lei candidamente mi dice che a Messa ci va uno i due volte anno e lo stesso per i suoi genitori, invece sua nonna ci va tutte le domeniche….. Già anche io mi sento un po’ nonno, ma felice. Mi chiede quindi se in Italia sono tutti credenti come me, pensano che gli abitanti del sud Europa siano molto credenti… Ahimè la contraddico e le confermo che anche nel Bel paese le chiese non sono molto gremite. Poi sarà che davanti alla macchinetta del caffè alle otto non sono molto ispirato ma non riesco a ribattere altro, non riesco a sciorinare uno di quei discorsi che mi sono preparato tante volte per mettere un’idea che generi magari curiosità…. Ma forse i discorsi non servono molto.

Infine c’e’ un altro collega. L’ho conosciuto appena arrivato in questo paese. Lui e’ dell’est, quindi ateo davvero. Da lui le chiese non esistevano, avevano creatoil deserto religioso dentro e fuori delle persone. E’ persone semre un po sul triste persa nei suoi pensieri complicatissimi. E’ venuto a cena da noi qualche volta con moglie e figlio. E’ venuto persino a trovarci in ospedale quando la nostra Virginia stava male. Nello stesso periodo anche sua madre e’ morta di cancro. Mi ha sfarfugliato ogni tanto che e’ dura… qualche dettaglio della malattia… penso che ai suoi occhi siamo come dei marziani : noi abbiamo perso una figlia e viviamo, abbiamo cambiato radicalmente la nostra vita. Il buco c’e’ ma la nostra vita ora e’ davvero ricca quanto non mai. Ora questo collega sta perdendo il padre per cancro alle ossa. Proprio oggi gli ho chiesto se rimane sempre ateo. Lui mi ha detto che e’ cosi che gli hanno insegnato, che dopo morti si e’ finiti li e non la trova neanche una cosa brutta. Che fare ? Che dire? Io gli ho detto che l’universo ha avuto un inizio e che avra una fine e che Dio l’ha deciso. Poi come solito le domande migliori mi sono venute quando lui non era piu li: cosa vivi a fare? Presumo la risposta : perchè gli hanno insegnato che è giusto, per mantenere la famiglia, per dovere, … ma in tutto questo poi manca l’amore. Cosa siamo senza l’amore di Dio? Siamo solo pezzi di carne che camminano.

In questo paese cosi ricco e pieno di sè l’ateismo dichiarato, e non, dilaga. Quello ufficiale è quello appunto dell’est : hanno la scusa di dire che è cosi che sono stati allevati e basta…. ma una molla, un tarlo dentro ce l’hanno, sanno benissimo che qualcosa manca ma vivono così, tirando avanti, aspettando la fine e cercando di assaporare qualche piccola soddisfazione vuota. Poi c’e’ parecchio ateismo non ufficiale : sono tutte quelle persone cattoliche , ma anche mussulmane, che adorano il dio denaro. Si prostano e fanno tutto per lui. Ma anche loro sentono che qualcosa non va…. la pancia piena gli fa chiedere … e adesso? adesso che facciamo che abbiamo talmente tanto che viene il vomito?

Beh tranquilli…. i tedeschi non sono tutti cosi, per fortuna! Anzi di tedeschi veri ce ne sono anche rimasti pochi, ma questo argomento lo affronteremo più avanti.

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Germania

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...