E’ passato un anno.

Un anno esatto che Virginia e diventata un Angelo. Se ci penso mi sembra ieri. Se ci penso ricordo perfettamente il suo ultimo respiro in braccio a sua mamma. Quanto era stata male il giorno prima! La notte era stata terribile, in continuazione a guardare quei numeri sul monitor. I numeri che mostravano la percentuale di ossigeno nel sangue. A un certo punto sono crollati anche se Virginia respirava bene. Io non capivo, da buon ingegnere uno più uno fa sempre due e invece l ‘ ossigeno nel sangue non era come doveva. Le hanno poi messo sotto il naso ossigeno puro e il fatidico numerino è tornato a 100.

Non so quella notte se ho dormito. Ora ricordo il poi…. È venuto il suo dottore a visitarla con qualche infermiera. Sono poi usciti e dopo qualche minuto Virginia si è addormentata in braccio a Sara…. Piano piano ha poi raggiunto la pace. I numerici vari non li guardavamo più dato che su consiglio dei medici avevamo staccato i monitor. Peccato non aver potuto vedere cosa veramente e’ successo. C’era di sicuro qualcuno li vicino che aspettava la mia bimba. Che poi non è’ che era proprio mia, Dio me l’aveva prestata per un po’. Per quindici mesi e mezzo.
Ringrazio comunque sempre il Padre perché mi ha fatto capire la vita che cosa comporta. In fondo che significato avrebbe una farfalla che vive più di un giorno? Che significato avrebbe una vita che non finisce mai? Solo avendo una fine il tutto prende un significato, prende uno scopo.
Ringrazio sempre il Padre perché in questo modo ci ha insegnato il valore della vita, ci ha insegnato ad amare senza chiedere nulla indietro, a pregare per tutti anche per il peggior nemico, ad aprire le porte della nostra casa per chiunque voglia entrarvi.
Non pensavo di dimenticare , allora non pensavo nulla. Da allora ho camminato tanto. Mi sembra di essere salito faticosamente per questo cammino aiutato da lei. Un cammino verso Gesù, verso il vero amore. Non ringrazierò mai abbastanza la mia bambina. Si è sacrificata per salvare tutta la nostra famiglia, per aprire i nostri occhi, per portarci al Padre. Da allora nulla e’ più lo stesso. Tutto ha cambiato significato. Immagine
Annunci

2 commenti

Archiviato in Virginia

2 risposte a “E’ passato un anno.

  1. Era già un angelo, non vedi?
    Rinnovo l’abbraccio e spero che tu possa essere felice, anche per lei.

  2. Grazie! La mia vita e’ nettamente migliorata dopo quello che e’ sucesso. Mi manca, ci manca ma ora vivere protesi per Dio e per gli altri ha un valore. Non combatto più per un posto al sole migliore o per i complimenti degli altri. Che senso ha? Combato invece per la parola di Gesu’ che é sempre attuale, efficace, moderna e l’unica che conta…. mi sento un po come un Talebano fuori moda ma è la mia , nostra, realta’ ora…. il 22 Marzo scorso Dio ci ha fatto un altro dono : e’ arrivata Annamaria!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...